Crea sito

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo vietato (proroga del periodo)

Con l’ultimo decreto pubblicato ieri, si proroga il divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo dai 60 giorni inizialmente indicati ai 5 mesi.

Dunque chi ha effettuato licenziamenti dal 23 febbraio 2020, il rapporto di lavoro si intende ripristinato senza soluzione di continuità, senza oneri nè sanzioni per il datore di lavoro.